PLAY MUSIC STOP VIOLENCEcambia il mondo con la tua musica

Home / Concorso / Brani / Francesca Simbula

foto

0 voti ricevuti

La differenza

Francesca Simbula

/userfiles/media/registrations/215_la differenza.mp3

Testo brano

LA DIFFERENZA

Rit: Arrivo da lontano
la mia storia nel mio sguardo,
come chiunque altro
fingi di non notarlo?
Fa la differenza
in quest'indifferenza
intorno a me.
Arrivo da lontano
la mia storia tra le mani,
mani che non stringi
non sai che se rimani
fa la differenza
questa diffidenza
intorno a te.


Vuoi sapere? Chiedi!
Non soffocare le domande
l'ignoranza genera
un istinto diffidente.
Non aver paura
di scoprire cos'hai attorno
non credere alle cose
che ti dicono ogni giorno.
Ho un taglio sul petto,
accarezzalo col dito
senti il sangue secco e freddo
e qualche punto scucito.
Basta un solo sguardo per capire
che la ferita è ancora aperta
sì, ma non c'è nulla da guarire.
Marciranno le lacrime,
se l'orgoglio le imprigiona fra le ciglia
dello sguardo immobile di una famiglia
in silenzio davanti alla morte
giorno dopo giorno la fame morde
grida! Grida ancora! Grida forte!
Non sente nessuno
tra queste anime sorde,
sei da solo
tra le palazzine storte,
davanti a te
solo immagini distorte.


Rit: Arrivo da lontano
la mia storia nel mio sguardo,
come chiunque altro
fingi di non notarlo?
Fa la differenza
in quest'indifferenza
intorno a me.
Arrivo da lontano
la mia storia tra le mani,
mani che non stringi
non sai che se rimani
fa la differenza
questa diffidenza
intorno a te.


Il tuo sguardo di pietà
è un graffio, una sbucciatura,
una carezza ruvida
sopra una scottatura.
Tutti sulla stessa barca
sì, ma non lo stesso mare;
cerca di arrivarci:
non puoi capire,
ma ascoltare.
Non trattarmi da diverso,
né meglio, né peggio
un'altra storia,
un'altra vita, un altro viaggio.
Se non mi sono arreso
quando me l'hanno chiesto
non fare l'ingenuo
in questo sistema completo e complesso.


Rit: Arrivo da lontano
la mia storia nel mio sguardo,
come chiunque altro
fingi di non notarlo?
Fa la differenza
in quest'indifferenza
intorno a me.
Arrivo da lontano
la mia storia tra le mani,
mani che non stringi
non sai che se rimani
fa la differenza
questa diffidenza
intorno a te.